L’ASINO ED IL MAIALE

magri è più vecchia di quello che penso però mi è venuta in mente e la scrivo!
C’era un povero asinello che ogni sera rientrava in stalla e doveva ascoltare il maiale che non la smetteva di prenderlo in giro: che fesso che sei tu a lavorare, sudare per un po’ di biada secca ed io qui coccolato con dell’ottimo cibo e sempre a far niente. Dai una sera, dai due dai tre… L’asino ad un certo punto non lo sopporta più e gli dice seccamente: Si hai ragone…ma tu non sei mica quello dell’anno scorso, vero?

L’ASINO ED IL MAIALEultima modifica: 2006-05-03T12:47:52+02:00da genji64
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “L’ASINO ED IL MAIALE

  1. Ehm se questa può essere considerata anche una metafora io mi sento più maiale che asino. Evito di lavorare quando posso e poi mi mangio tutto ciò che guadagna mio marito col sudore della fronte. hehe detto così potrei sembrare l’essere più spregievole del mondo. La verità invece è che io sono felice basta che mangio e dormo a sufficienza e non chiedo mai nulla, però ben venga quello che mi danno o) PS ogni volta che penso a te e Furio mi viene in mente Peluche e mi manca da morire…un bacio a entrambi!!! o)) XXVI

Lascia un commento